.​.​.​e ti proteggerò dal jazz

by Verlaine

/
  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Includes unlimited streaming of ...e ti proteggerò dal jazz via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 10 days

      €10 EUR or more 

     

1.
2.
03:26
3.
4.
03:34
5.
6.
7.
01:13
8.
02:59
9.
10.
11.
02:39

about

Prodotto, registrato e mixato da Gigi Giancursi e Cristiano Lo Mele nell'estate 2012 a Maison Musique, Rivoli (TO).
"2007" registrata in saletta nel luglio 2007.
Masterizzato ad Officina Sonora (TO) da Davide Turbino.

Verlaine
Andrea: viola, tastiere, cori
Cito: chitarre elettriche e acustiche, piano, tastiere
Chiodo: batteria, loop station
Dani: voce, testi, chitarre elettriche, rumori
Giorgio: chitarre elettriche e acustiche, ukulele
Mauri: basso, cori

hanno suonato con noi
Ilaria De Angelis (A Toys Orchestra): cori
Niccolò Bosio: fisarmonica
Enrico Allavena: trombone
Giotto Napolitano: tromba
Gigi Giancursi: tastierine "colpo grosso"

credits

released March 19, 2013

tags

license

all rights reserved

about

Verlaine Turin, Italy

canzoni in italiano con malinconia domenicale, elettronica di via san donato....con un po' di gin lemon

contact / help

Contact Verlaine

Streaming and
Download help

Track Name: Piccoli trascurabili errori
Piccoli Trascurabili Errori
(testo di Daniele Rangone)

Non sederti qui o parlerò per sempre
colazioni di miele e sigarette
e amanti nuovi al tempo del pd
mix di canzoni e psicofarmaci
per dirti qui non fa mai freddo
campari e gin Phil Ochs e Tenco
per dirti qui non fa mai freddo
campari e gin Phil Ochs e Tenco
Track Name: Respirare
Respirare
(testo di Daniele Rangone)

Lei unghie affilate e un pollice più verde non si può
lui gira sigarette con piglio sovietico
le dice ti fa molto bene stare insieme a me
hai un sorriso triste sembri un fiore
e lei risponde datti alla pubblicità
non ti rendi conto come cazzo stiamo
ci piove in caso ho freddo
e sai ti dico che
non me ne frega niente io ti voglio bene

respirare lontano da te trasferirsi a Parigi dal vino Pigalle e caffé
respirare lontano da te anche qui piove sempre io so che sei meglio di me

sei domande articolate e una risposta no
non sto remando contro Nadia di proposito
lo sai che è un atto di coraggio stare insieme a me
ho mani forti e studierò d'attore
e lei risponde datti alla pubblicità
ma non ti rendi conto come cazzo stiamo
ci piove in caso ho freddo e sai ti dico che
non me ne frega niente io ti voglio

ma si accorge che non ha più forza e che dovrà dire per forza
si accorge che non ha più forza e che dovrà dire per forza
io non so

respirare lontano da te trasferirsi a Parigi dal vino Pigalle e caffé
respirare lontano da te anche qui piove sempre io so che sei meglio di me

respirare lontano da te trasferirsi a Parigi dal vino Pigalle e caffé
respirare lontano da te anche qui piove sempre io so che sei meglio di me
dire che andrà meglio sono Vincent Gallo so restare sveglio
non mi importa neanche un po' di te
Track Name: Ifiatinonsonosuonatidaenricogabrielli
Ifiatinonsonosuonatidaenricogabrielli
(testo di Daniele Rangone)

Guarda brindano al declino della nostra gioventù
tiri cinghie anzichè pietre non stai combattendo più
io altro che se sto ascoltando ma non ti capisco e tu
da anni accumuli gli scheletri hai bisogno di un armadio

senti sono in crisi hai un attimo per me
senti sono in crisi vai a farti fottere

vendi rassicurazioni a chi hai sedotto in gioventù
e hai un piano di gestione eviti gli eccessi e il blu
io altro che sto ascoltando ma non ti capisco e tu
da anni accumuli gli scheletri hai bisogno di un armadio

senti sono in crisi hai un attimo per me
senti sono in crisi vai a farti fottere

ragazza mia sai a cosa sto pensando
ad un rimedio tattico e infallibile non sto mentendo
prevede che mentre stai camminando
ti fermi e cerchi di sorridere

ragazza mia sai a cosa sto pensando
ad un rimedio tattico e infallibile non sto mentendo
prevede che mentre stai camminando
ti fermi e cerchi di sorridere
se non adesso quando
Track Name: Garrincha
Garrincha
(testo di Daniele Rangone)

Se potessi addormentare i miei trent'anni dopo dieci giri di gin tonic
sai probabilmente
tu sarai distante almeno ottanta docce insieme i tuoi cinquanta chili e le tue mani
non mi mancano per niente
ma volevo solo dirti che

l'Inghilterra non fa più per me
torno alla vita di provincia
e a tua sorella zoppa che ti scrive dal duemila
amore sai qui non resisto più mi chiamano Garrincha
se ritornerai da Londra sono certa tutto finirà

allora prendi questa mano e disse lui con savoir faire
il tuo passo claudicante strano
per me è il più sexy di questa città

allora chiedi tre campari
uno lo lasceremo qua per far come i signori
ed umiliare i figli di papà

sai che sto pensando proprio a te
che sfotti e dici in Inghilterra il sole é un lusso inutile
un po' come la regina
amore sai qui non resisto più
mi dicono sù mangia
cerca solo di star meglio
quel bastardo sai non tornerà

allora prendi questa mano e disse lui con savoir faire
il tuo passo claudicante e strano
per me è il più sexy di questa città

allora chiedi tre campari
uno lo lasceremo qua per far come i signori
ed umiliare i figli di papà
Track Name: Chetamina e beaujolais (puglie pt.2)
Chetamina e beaujolais (pugile pt.2)
(testo di Daniele Rangone)

Cosa ce ne frega dello stile
abbiamo labbra screpolate
sorridiamo molto poco dentro scarpe demodé
non importa se han riempito il centro
di negozi di vestiti vintage colorati troppo cari per noi due

un giorno poi mi hai detto
noi non siamo più attrezzati
ad affrontare i venti freddi sai che faccio
cambierò città con te
che rovini in un'ora un vestito da sera
ripeti andrà meglio lontano io e te
questa vita spagnola senza giacche a vento
e più tempo da perdere

Tu stai sognando le vacanze a aprile
una meta balneare kamasutra lusso yoga
che cammina a Beaujolais
posso garantire basterà un monolocale
fare sesso lavorare a trattener le lacrime

un giorno poi mi hai detto
noi non siamo più attrezzati
ad affrontare i venti freddi sai che faccio
cambierò città con te
che rovini in un'ora un vestito da sera
ripeti andrà meglio lontano io e te
questa vita spagnola senza giacche a vento
con te che rovini in un'ora un vestito da sera
ripeti andrà meglio lontano io e te
questa vita spagnola senza giacche a vento
e più tempo da perdere
Track Name: Passare l'inverno
Passare l'inverno
(testo di Daniele Rangone)

Dimmi davvero stai meglio a trent'anni
di quando sembrava ne avessi quaranta
e dicevi dobbiamo passare l'inverno
dobbiamo salvarci svuotando una banca
dicevi io prenderò un treno una nave
speriamo che bastino a starti lontano
magari divisi da mari e chilometri
sarà meno difficile dirti io non ti amo

ho risposto va bene ma aspetta un momento
al telefono è triste perché non ci vediamo
io ho già sedici anni e saprò stare accanto
al tuo culo bellissimo
fine gennaio soltanto il silenzio
senza una parola sei andata via
a distanza di anni ti chiamo per dirti
ti abbraccio fortissimo
ovunque tu sia
Track Name: 2007
2007
(testo di Daniele Rangone)

Ad esempio poi mi dici che non vivi di musica il pubblico è instabile anche per Baglioni
Track Name: Daria
Daria
(testo di Daniele Rangone)

Ha messo su il sorriso da giovane architetto
il più arrogante tra i tre o quattro che si trovava in tasca
e ha detto questa sera non ti porterò a letto
domani mi alzo presto devo andare per lavoro giù a Dubai
e poi si è presentato io sono il tal dei tali
io so capir gli uomini degli Emirati Arabi
per me lo sai è facile guardandoti negli occhi
tu muori dalla voglia di passar la notte insieme a me

Daria non sa cosa dire
vorrebbe rispondere
sono cresciuta a chitarre e Nirvana
la musica sta per finire
è debole scrive un numero e dice
magari ci sentiamo in settimana

Adesso denti bianchi dice ti chiamo un taxi
ma anche tra i miei impegni due sono inderogabili
il primo è non finire a letto coi patetici
e l'altro star lontana dagli stronzi come te

Daria non sa cosa dire
vorrebbe rispondere
sono cresciuta a chitarre e Nirvana
la musica sta per finire
è debole scrive un numero e dice
magari ci sentiamo in settimana
Track Name: Branduardi in Iran
Branduardi in Iran
(testo di Daniele Rangone)

Il problema lo so è tutto qui occidentale
un benessere falso sovrastrutturale
solo leggendo Osho lo potrai capire
siamo l'ombra dell'ombra dell'ombra del sole
la Corea l'Algeria l'Iran e il nucleare
la tendenza di tutti a sottovalutare
perché non mandiamo Branduardi a suonare
saran tutti sereni e tranquilli lo so

perché non ti avvicini e mi chiami per nome
sai troppi vestiti vestiti ci fanno ammalare
non so cosa dire non so cosa dire
sto solo pensando mi piace scoparti un bel po'

perché non ti avvicini e mi chiami per nome
sai troppi vestiti vestiti ci fanno ammalare
non so cosa dire non so cosa dire
sto solo pensando mi piace scoparti un bel po'

non so cosa dire
non so cosa dire
Track Name: Gli anni in tasca
Gli anni in tasca
(testo di Daniele Rangone)

Il mondo surriscalderà
dici non credo nevica
e poi sai non capisco Bach
e un po' me ne vergogno

ricordi che tanti anni fa
urlavi ogni domenica
attraverserò l'America
e incontrerò Howie Gelb

non è poi tardi amico mio
per fare più ginastica
sarò come Pike Bishop io
metterò a fuoco la città

aspetti il terzo figlio
da una donna basca
penso agli anni in tasca
ti guarda e dice
amore mio buongiorno
mentre aspettiamo la tempesta

non è poi tardi amico mio
per fare più ginastica
sarò come Pike Bishop io
metterò a fuoco la città
Track Name: Saluggia
Saluggia
(testo di Daniele Rangone)

Dove sono i miei dottori
quelli veri e quelli immaginari
tutto tace il bimbo a scuola
il forno con le ceres vuote
è pieno e inutile
so convivere col buio la paura
sogni a pezzi ed ordinari
quindi chiramente
sono in grado
di dire addio anche a te
con un rumore sordo
con un rumore sordo

almeno mi ricordo